VISITA AZIENDA AGRICOLA QUERCIABELLA – GREVE IN CHIANTI

Finalmente The Winesetter in visita ad una delle sue cantine preferite : “QUERCIABELLA“. L’azienda si trova a Greve in Chianti, culla del Chianti classico.E’ stata fondata nel 1974 da Giuseppe Castiglioni. Oggi l’azienda ha raggiunto i 106 ettari vitati suddivisi tra la zona del Chianti e la Maremma Toscana,  dove si coltivano vitigni internazionali e sangiovese ( 80 ettari tra Greve,Panzano e Radda; e 32 nell’Alberese – Maremma).Il figlio di Giuseppe,Sebastiano,(vegano), ha convertito l’azienda al metodo BIODINAMICO nel 2000.

Querciabella si contraddistingue per una grande attenzione sia del territorio che dell’ambiente. I loro vini hanno un denominatore comune : ELEGANZA ed ECCELLENZA.L’azienda primeggia nel panorama vitivinicolo Toscano con tutti i prodotti ma in particolar modo che i due SUPERTUSCAN : BATAR ( 50% CHARDONNAY – 50 % PINOT BIANCO) e CAMARTINA ( CABERNET SAUVIGNON 70% – SANGIOVESE 30% ), i loro due gioielli.

Per la cantina vengono acquistate solo barriques di rovere francese certificato ( per ogni caratello è previsto il reimpianto di svariate querce).Le vigne sono baciate dal sole grazie alla loro magnifica esposizione a sud ed arrivano anche a 490 metri di altitudine.Questo microclima permette di avere nei vini una grande complessità aromatica, eleganza e potenza.

QUERCIABELLA produce circa 300.000 bottiglie l’anno, prive di qualsiasi sostanza di sintesi ed esporta in oltre 40 paesi nel mondo. www.querciabella.com

 

Cinque in tutto i vini prodotti : PALAFRENO ( Merlot in Purezza),QUERCIABELLA CHIANTI CLASSICO E CHIANTI CLASSICO RISERVA  ( 100% Sangiovese) ,MONGRANA ( 50% Sangiovese,25% cab.sauvignon,25% Merlot),TURPINO (40% Cab.Franc,40%Syrah,20%Merlot), CAMARTINA ( SUPERTUSCAN – 70% Cab.sauvignon,30% Sangiovese) e infine il RE INDISCUSSO ( ovviamente sempre pura opinione personale) dei BIANCHI ITALIANI : BATAR (Chardonnay 50% – Pinot Bianco 50%) che non ha niente da invidiare ai suoi “cugini”francesi.

 

Abbiamo degustato le annate 2014 per QUERCIABELLA CHIANTI CLASSICO ( BOTTIGLIE PRODOTTE 100.000) E LA RISERVA. (BOTTIGLIE PRODOTTE 10.000): sfatiamo il mito che il 2014 non è stato una grande annata per la Toscana, entrambi ( ovvio giovani che daranno grandi soddisfazioni nel tempo…se riuscite a tenerli in cantina senza berli, io sto sempre in difficoltà con Querciabella…) con tannini già levigati e un bouquet aromatico ampio.Corposi ma non opulenti,La riserva soprattutto sprigionava sia all’olfatto che al palato finissimi sentori di terziario : spezie, tabacco, cacao,liquirizia.Per entrambi una bella persistenza.

Ed ora voglio parlarvi di CAMARTINA  2011 ( Cab.sauvignon 70% – sangiovese 30%).Affinamento separato in barriques di TERZO passaggio per 12 mesi e in assemblaggio per un ulteriore anno.Di colore rosso rubino intenso e impenetrabile.Al naso è complesso: profumi di viola, mora,prugne e ribes maturi.Decisa ma elegante la nota speziata : tabacco, cacao, note di cannella,leggera vaniglia e chiodi di garofano.Presente la nota balsamica.Al palato entra corposo ma raffinato, trama tannica vellutata e setosa.Perfettamente equilibrato e con un finale che si trova in pochi vini.

Avendo degustato anche altre annate piu vecchie (come il 1999), posso dire senza alcun dubbio che questa è tra una delle migliori.

BOTTIGLIE PRODOTTE : 10.000

E infine…..BATAR 2014 ( 50% chardonnay – 50% PINOT BIANCO).Le uve fermentano e svolgono separatamente la malolattica in barriques,dove riposano per circa 9-12 mesi prima di essere assemblate. Degustare BATAR non è bere un vino, ma una pura emozione:la percentuale di chardonnay si esprime al meglio e ad altissimi livelli,con note molto persItenti di ananas e frutti a polpa gialla e bianca matura.Un vino con una grandissima personalità che si degusta con la vista,con il naso e con il palato e non ti stanchi mai….

Di un colore oro molto leggero e brillante,al naso è ESAGERATO : ananas,banana,susina, albicocca matura e spezie.In bocca entra con forza ma con una freschezza e sapidità unica,struttura perfettamente equilibrata e con un finale molto persistente.Chiudete gli occhi quando lo degustate e Vi trasporterà in un’altra dimensione.

BOTTIGLIE PRODOTTE : 15.000 – TEMPERATURA CONSIGLIATA PER ESALTARE LE DUREZZE E ATTENUARE LE MORBIDEZZE ( 6-8°)

 

Ringraziamo tantissimo Lapo de Santi per la sua disponibilità e cortesia come tutta l‘Azienda Querciabella per l’ospitalità riservataci. Per noi, questa visita è stata come un sogno che si è avverato.

Sperando di averVi trasmesso la nostra emozione, come sempre Vi diciamo : IN ALTO I CALICI E BUONA DEGUSTAZIONE.

Simona e Nica – THE WINESETTER – Passione vino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *